0

Il rendimento il tasso creditore

Migliori offerte conti
Fineco inizia a risparmiare subito, scopri l'offerta qui

Unicredit inizia a risparmiare subito, scopri l'offerta qui

Nel momento della scelta e prima dell’attivazione di un conto corrente è opportuno e consigliabile verificare tutte le condizioni applicate dalle banche prese in considerazione. Le stime dell’Abi dicono che scegliere il conto corrente giusto in base alle proprie esigenze è importante perchè si riesce a risparmiare fino al 30%. In particolare, bisogna soffermarsi con grande attenzione su due voci che caratterizzano il conto corrente stesso:

Abbiamo già affrontato l’argomento dei costi connessi ai conti correnti, ora focalizziamo l’attenzione sui tassi di interesse elargiti dai vari istituti bancari. Il rendimento di un conto corrente viene calcolato considerando il cosiddetto tasso creditore. Il tasso creditore è il tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme depositate, che sono poi accreditati sul conto, al netto delle ritenute fiscali. In pratica è l’interesse che la banca riconosce ai titolari di conti correnti sulle somme in essi depositate. È uno degli elementi principali del conto corrente, che l’utente può contrattare. Va tenuto, però, presente che per legge sullo stesso viene applicata una ritenuta, pertanto è importante conoscere il tasso netto. Sugli interessi attivi lordi, grava, infatti, una ritenuta fiscale del 27%, che a va ridurre l’effetto netto degli interessi attivi. Da notare che tale tassazione è maggiore rispetto a quella del 12,5% applicata sui conti deposito.

Secondo i dati forniti recentemente dall’Abi il rendimento medio fornito dai conti correnti tradizionali si aggira sullo 0.8%, decisamente un valore non molto alto. In effetti il conto corrente viene ormai visto come un servizio per fare pagamenti, farsi accreditare somme e dove tenere in giacenza un minimo di denaro per le emergenze: questa sua principale funzione più “dinamica” fa sì che il rendimento dei conti correnti sia ormai quasi azzerato da tutte le banche tradizionali. I soldi che sono sul conto corrente fruttano un interesse minore rispetto a quelli presenti nel conto deposito, che avranno, invece, un rendimento maggiore. L’idea è quella di lasciare sul conto il minimo indispensabile per gli usi quotidiani (prelievo di contante, assegni, bonifici, ecc) e spostare il resto del capitale nel conto deposito in modo da farlo fruttare di più.

Una buona alternativa per ricevere dei tassi di interesse più elevati è quella di ricorrere ai conti correnti online. Un conto corrente on line, infatti, in comparazione con un tradizionale conto corrente bancario, offre abitualmente migliori condizioni, sia come tassi di interesse creditore sia per il minor addebito di spese. È vero che, ultimamente, in seguito ai tagli dei tassi da parte della Bce, alcune banche online hanno ridotto in modo più che proporzionale i rendimenti lordi promozionali sui nuovi conti e su quelli destinati ai vecchi clienti ma è anche vero che gli interessi offerti rimangono sempre di gran lunga superiore a quelli dei conti correnti tradizionali. In genere, si parte dal 2% fino anche al 4% per i primi mesi di apertura del conto. Bisogna, però, fare sempre molta attenzione a tutte le condizioni dettate dalla banca. Molto spesso, infatti, valori elevati di tassi creditore vengono usati solo come offerte fortemente promozionali, volte a conquistare nuovi clienti e rimpolpare gli attivi, celando costi di gestione del conto elevati. Bisogna, infine sempre verificare che il conto che si è scelto goda della importante garanzia del Fondo interbancario di tutela dei depositi, esattamente come i conti correnti tradizionali. Alcuni istituti bancari, infatti, richiedono la sottoscrizione di conti correnti che non sono tutelati dal Fondo e sono soggetti al rischio di perdita dell’intero capitale in caso di banca rotta della compagnia.

Inserito in: guide

Post correlati

Proponi l'articolo

Lascia un commento

Commenta
Conti Correnti online - Italia

Real Time Web Analytics

Clicky